Email Certificata

epgspa@legalmail.it
Foto Piazza delle Catene, Grosseto

08/11/2016

NOMINATI I NUOVI VERTICI DELL'EPG spa. CLAUDIO TRAPANESE E' IL NUOVO PRESIDENTE


L'assemblea dei soci dell'Edilizia Provinciale Grossetana spa, composta dai 28 comuni della provincia di Grosseto, ha nominato il nuovo presidente della Società, Claudio Trapanese, che ha preso il posto del presidente uscente Andrea Bartalucci in carica dal febbraio scorso. Nominati anche i nuovi componenti del consiglio di amministrazione: Paolo Albanese, Anna Maria Schimenti, Guido Mario Destri e Alessandra Fanciulli. Il collegio sindacale, anch'esso completamente rinnovato, è composto da Elena Insabato (presidente), Gianluca Ancarani e Andrea Pialli. Francesco Del Mazza è il revisore legale dei conti.

"Per me è arrivato il momento del congedo _ è intervenuto Andrea Bartalucci davanti all'assemblea dei soci _ . Ringrazio i sindaci del LODE grossetano per la fiducia che mi hanno accordato affidandomi la presidenza di questa Società e per la stima e la collaborazione fattiva che mi hanno sempre dimostrato. Purtroppo la mia permanenza alla guida di quest'Azienda è stata breve, poco meno di 10 mesi. Sono stati sicuramente intensi e complessi come complesse sono le dinamiche legate alla gestione degli alloggi popolari. Al riguardo ringrazio in particolar modo il direttore dell'EPG spa Luciano Ranocchiai, i responsabili dell'Area Amministrativa Tiziano Comandi, dell'Area Tecnica Corrado Natale e dell'Area Manutenzione e Patrimonio Marco Paffetti e tutto il personale dell'Azienda per la disponibilità, competenza e la collaborazione continua con cui mi hanno sostenuto ed aiutato in questo compito, che non è certo stato facile e di non poca responsabilità. Lascio una Società con i conti in ordine - il Bilancio 2015 ha chiuso in attivo e anche la verifica dell'andamento dell'ultimo Bilancio 2016 è positiva - e con delle buone prospettive a breve e lungo termine. Ricca di professionalità e competenze, uno strumento che funziona e che è in grado di lavorare bene, ma che, indubbiamente ha anche una strada ardua da percorrere, perchè le problematiche in corso sono tante, così come le sfide da intraprendere e da vincere. Il mio unico rammarico è quello di non aver avuto il tempo necessario per poter lavorare al massimo delle mie capacità e mettere in atto alcune delle misure necessarie per migliorare e ampliare le potenzialità di cui dispone l'Azienda in sinergia con i Comuni del territorio".